Amministratore

Amministratore

(382 commenti, 489 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Pagina Principale: http://www.perunanuovagardone.com

Jabber/GTalk: stefano.ambrosini@gmail.com

Articoli di Amministratore

Convocazione in commissione ambiente del Senato per audizione formale mercoledì 18 giugno 2014 ore 8,45

0

E’ arrivata.
E ora si ultimano le slide per la presentazione da esporre all’audizione formale al Senato della Repubblica. #wecanchange

Convocazione audizione mercoledì 18 giugno 2014 ore 8,45
CONVOCAZIONE
Dottor Stefano Ambrosini
Consigliere comunale delegato Innovazione Tecnologica ed Ambiente
Comune di Gardone Riviera (BRESCIA)
e-mail: stefano.ambrosini@gmail.com
ambiente@comune.gardoneriviera.bs.it

LA PREGO DI INTERVENIRE ALLA SEDUTA DELL’UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI DELLA TREDICESIMA COMMISSIONE DEL SENATO CHE SI TERRA’ MERCOLEDI’ 18 GIUGNO 2014 ALLE ORE 8,45 PER LA SUA AUDIZIONE SUL COMPOSTAGGIO SELETTIVO IN AREE PILOTA

MARINELLO PRESIDENTE

- secondo quanto disposto nella nota prot. n. 1469 del 29 marzo 1993 del Collegio dei senatori questori, il personale delle portinerie ha l’ordine di vietare l’accesso in Senato a persone prive di giacca e cravatta o in abbigliamento non consono alla serietà dell’Istituto parlamentare.

- si prega voler inviare eventuale documentazione, con l’avvertenza che essa potrà essere resa disponibile per la pubblica consultazione, ove nulla osti, sulla pagina web della commissione, all’indirizzo commissioneambiente@senato.it oppure via fax al n. 06 67063629, nonché l’elenco degli auditi, con l’indicazione dei rispettivi incarichi, al fine di poter predisporre in anticipo le autorizzazioni per gli ingressi

- si prega di avanzare con congruo anticipo l’eventuale richiesta per il videoproiettore per p.c. dotato di porta usb e relativo schermo (per filmati e immagini power point)

#graziegardonesi #graziegardoneriviera

0

#graziegardonesi #graziegardoneriviera
Grazie per la fiducia che mi avete dato 5 anni fa.
Spero di averla meritata con i risultati raggiunti.
Gardone Riviera e i Gardonesi hanno fatto una piccola rivoluzione sull’ambiente partecipando al porta a porta e raggiungendo risultati incredibili di raccolta differenziata (76% mar.2014 – 28% mar.2013).
La rivoluzione è stata culturale, ma fondata su base solide.
Un grande lavoro di formazione della cittadinanza già a partire dal 2010 e scelte lungimiranti da parte dell’amministrazione hanno reso possibile obiettivi di raccolta differenziata di qualità che solo 2 anni fa era definito irraggiungibile per un comune ad alta vocazione turistica.
Personalmente ho solo cercato di lavorare duramente per il bene comune e i risultati solo arrivati.
- 4 Bandiere Blu (2011-2012-2013-2014) unico comune lombardo
- 4 vele blu
- 3 Bandiere Arancioni – valenza biennale (2010-2012-2014)
- introduzione della tariffa TARI puntuale (unico turistico in Italia)
- formazione ambientale costante della popolazione scolastica (a partire dalla scuola dell’infanzia) e della cittadinanza;
- Palo Telefonia di Gardone Sotto e San michele
- Progetto Wi-fi gratuito negli spazi pubblici (8 punti)
- Nuova Isola Ecologica (Loc. Traina)
- Progetti ambientali in cooperazione con la CM Alto Garda (seguiti da promotore) – PAES e Patto dei Sindaci.

Il mio appello al voto è semplice.
Se valutate positivamente l’impegno e i risultati raggiunti con un budget pari a 0€ in questo mandato (ma con migliaia di ore di lavoro spese in volontariato puro :P ),
domenica 25 Maggio Votate la lista.1 “Gardone Riviera”
e scrivete “Ambrosini”.
#vincailmigliore

Incontro con le frazioni lista civica “Gardone Riviera”: stasera Lun.12 Maggio – “Centro Sociale per Anziani Trevisani Scarpetta”, via Trieste n. 2 alle ore 21.

0

Ricordo a tutti che stasera (Lunedì 12 Maggio) ci sarà il primo incontro di presentazione della lista civica “Gardone Riviera”.
L’incontro si terrà presso il “Centro Sociale per Anziani Trevisani Scarpetta”, via Trieste n. 2 alle ore 21.
Sarà l’occasione per conoscere di persona i 10 componenti della lista, visionare le proposte per il prossimo mandato e fare domande ai candidati.

Vi aspettiamo!

Link all’evento su Facebook https://www.facebook.com/events/609161392500894/?ref=5

Tariffa Rifiuti: TARI puntuale a Gardone Riviera – ecco i risultati!

0

L’applicazione della TARI puntuale a Gardone Riviera (che verrà approvata nell’ultimo consiglio comunale di maggio) permetterà di arrivare al concetto di “meno indifferenziata produci meno paghi” e viceversa già dal 2015.
Nel frattempo già dal 2014 l’applicazione di un consumo pretariffato di 2 rotoli da 15 sacchi (x30lt) per nucleo familiare (eliminando il fattore di calcolo del componente del nucleo familiare sulla parte variabile della tariffa) e il calcolo di coefficienti statistici su base comunale per le Utenze Non domestiche farà si che le tariffe abbiano questa variazione:

Tra parentesi la media dei mq per nucleo familiare a Gardone Riviera.
Tariffa Rifiuti (TARI) 2014

6 persone(218mq) 277€ (-134€ rispetto al 2013)
5 persone(144mq) 207€ (-131€ rispetto al 2013)
4 persone(123mq) 183€ (-82€ rispetto al 2013)
3 persone(113mq) 169€ (-57€ rispetto al 2013)
2 persone(106mq) 156€ (-31€ rispetto al 2013)
1 persona (94mq) 140€ (+20€ rispetto al 2013)

L’unica utenza che paga poco di più è quella dei single (che comunque paga meno di quello che pagava della TARSU2012), ma era stata la categoria che aveva avuto maggiori sgravi nella TARES2013.

P.s. tutto questo è stato possibile grazie all’incredibile lavoro del nostro funzionario Rag.Dario Righettini (Uff.Tributi) con il quale abbiamo realizzato una tipologia di tariffa, unica in italia, che non aveva precedenti con cui confrontarsi e che sarà probabilmente l’unica TARI puntuale applicata a comuni turistici in ambito nazionale.

Sperando di aver fatto cosa gradita,

Stefano Ambrosini

#wecanchange

E quattro. Per il quarto anno di fila Gardone Riviera ottiene la Bandiera Blu FEE

0

E quattro. Per il quarto anno di fila Gardone Riviera (fino al 13 Maggio informalmente) ottiene la Bandiera Blu FEE.

Il lavoro duro paga. Sempre!

Martedì 13 si va a Roma in giornata e si torna vincitori con la quarta Bandiera Blu consecutiva per Gardone Riviera, una delle quattro (4) località lacustri Italiane premiate e l’unica in Lombardia.

L’evento si terrà il 13 maggio prossimo a Roma, nella sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In quell’occasione sarà consegnato, alle località che hanno superato il severo giudizio di una Commissione di esperti, il riconoscimento internazionale istituito nel 1987 ed assegnato ogni anno in 41 Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei. L’obiettivo principale del programma “Bandiera Blu” è quello di indirizzare la politica di gestione delle località turistiche verso un processo di sostenibilità ambientale prendendo in considerazione aspetti quali la qualità delle acque di balneazione, la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, il turismo e la spiaggia.

Continuiamo così.

 

Un saluto

Stefano Ambrosini

 

Invito 2014 Bandiera Blu

Gardone Riviera a Marzo Raggiunge il 76,05% di Raccolta Differenziata (a Marzo ’13 era al 28,35%.)

0

E a marzo a Gardone Riviera sfonda la soglia del 75% della raccolta differenziata. Risultato che sembrava impossibile se si pensa che solo 12 mesi fa – a Marzo 2013 – la percentuale di RD era 28,35%.

#graziegardonesi per il 76,05% Raccolta differenziata.
Il merito è tutto vostro.
#wecanchange

Datirsu 2014 Marzo – Gardone

Rassegna Stampa #tufailadifferenza

0

#tufailadifferenza GdB 23 Aprile 2014

#tufailadifferenza GdB 20 Aprile 2014

#tufailadifferenza BSOggi 25 Aprile 2014

#tufailadifferenza: Resoconto Video della serata. Buona Visione!

0

Introduzione – Stefano Ambrosini

Stefano Riedi – Savno S.r.l.

Enzo Favoino – Ricercatore Scuola Agraria di Monza

Simone Larini – Consulente Ambientale

Umberto Costantini – Consigliere comunale e candidato sindaco di Spilimberto (MO)

Entro domani pubblico le slides! :P
Sperando di aver fatto cosa gradita
Stefano Ambrosini

Aggiornamenti Raccolta Differenziata 2014 – Confronto Gennaio-Febbraio 2013-2014. Avvio sprint con media RD.67,9% e a Febbraio al 72%

0

Carissimi gardonesi,

grazie per i risultati incredibili raggiunti nel 2013 e soprattutto per l’avvio del 2014.

Il primo dato fondamentale è che il trend della raccolta differenziata è chiaramente crescente con una media dei primi due mesi al 68% con il dato di Febbraio (con la partenza della tariffa puntuale) al 72%.

Ricordo che nel 2013 i risultati di Gennaio sulla raccolta differenziata erano 34,26% e di febbraio 30,65%.

 

Datirsu_2014_febbraio – Gardone – Copia

Vi propongo il confronto dei dati dei primi due mesi.

Raccolta Indifferenziata 2014

2014 RSU indifferenziato RPS pulizia strade RSI ingombranti
CER 20.03.01 20.03.03 20.03.07
Gennaio 23.440 8.460 6.850
Febbraio 11.860 10.020 4.030

Raccolta Indifferenziata 2014

2013 RSU indifferenziato RPS pulizia strade RSI ingombranti
CER 20.03.01 20.03.03 20.03.07
Gennaio 67.150 13.100 3.093
Febbraio 57.350 11.680 2.473

Differenza Percentuale 2014-2013 Indifferenziata

2013 RSU indifferenziato RPS pulizia strade RSI ingombranti
CER 20.03.01 20.03.03 20.03.07
Gennaio -65% -35% 121%
Febbraio -79% -14% 63%

 

Raccolta Differenziata 2014

2014 Carta Vetro e lattine Plastica Vegetale Organico Metalli Legno RAEE
CER 15.01.01 20.01.01 15.01.06 15.01.07 20.01.02 15.01.02 20.01.39 20.02.01 20.01.08 15.01.04 20.01.40 17.04.05 20.01.38 20.01.21 20.01.23 20.01.35 20.01.36
Gennaio 12.040 11.100 5.820 20.010 10.260 2.210 9.580 70
Febbraio 9.896 6.560 2.700 19.940 16.280 2.610 4.480 2.190

Raccolta Differenziata 2013

2013 Carta Vetro e lattine Plastica Vegetale Organico Metalli Legno RAEE
CER 15.01.01 20.01.01 15.01.06 15.01.07 20.01.02 15.01.02 20.01.39 20.02.01 20.01.08 15.01.04 20.01.40 17.04.05 20.01.38 20.01.21 20.01.23 20.01.35 20.01.36
Gennaio 10.164 12.295 2.144 16.303 0 1.300 0 1.200
Febbraio 5.729 8.442 0 8.674 0 2.060 5.200 1.493

Differenza percentuale differenziata 2013-2014

Carta Vetro e lattine Plastica Vegetale Organico Metalli Legno RAEE
CER 15.01.01 20.01.01 15.01.06 15.01.07 20.01.02 15.01.02 20.01.39 20.02.01 20.01.08 15.01.04 20.01.40 17.04.05 20.01.38 20.01.21 20.01.23 20.01.35 20.01.36
Gennaio 18% -10% 171% 23% non raccolto 70% non raccolto -94%
Febbraio 73% -22% aggregato su marzo 130% non raccolto 27% -14% 47%

 

 

Conclusioni

Che dire. Prima di tutto grazie ai gardonesi. Il successo del sistema è in buona parte dovuto alla vostra partecipazione al servizio di raccolta. Grazie ancora!

Sui dati.

Parliamo di riduzione totale del rifiuto.

Nel bimestre Gennaio-Febbraio 2014 ci sono state rispetto al 2013 una produzione TOTALE (RSU+Differenziata) pari a 29tonnellate (230ton nel 2013 201ton nel 2014).

Sull’indifferenziata abbiamo i dati più interessanti.
Si parla di una riduzione a gennaio del -65% (-43ton.), e a febbraio del -79% (-46ton.),

E’ chiara l’influenza su febbraio dell’avvio della tariffa puntuale che porterà il trend della RD ad un livello stabile superiore al 70%.

Da monitorare con attenzione l’avvio della stagione per le attività non domenstiche dal 15 Aprile in poi per perfezionare i ritiri estivi e limitare il più possibile l’esposizione dei bidoncini/sacchi solo alle ore notturne (con anticipo del ritiro alle 5-6AM).

Sperando di aver fatto cosa gradita,

Un cordiale saluto

Stefano Ambrosini

 

 

 

Sbugiarda il bugiardino: Risposte all’Intervento sulla gestione rifiuti – serata della proposta di lista Gardone Futura (27-03-2014)

0

Nella serata di Venerdì 27 Marzo durante la serata di presentazione della lista Gardone Futura con candidato sindaco Marco Basile sono stato preso in ballo per la questione della raccolta rifiuti (dove purtroppo non ero presente – parteciperò alle prossime).

Cerco di rispondere in sintesi alle tesi che sono state proposte (  da Marco Basile e rimarcata da Paolo Zattoni e Lalla Conter).

Questione Modello Gestionale Rifiuti.

Tesi1:

Intervento del pubblico – Roberto Guerini: Una MAREA di gente ha portato la gente ha portato l’indifferenziato a Salò e Toscolano. Ecco perché l’indifferenziata è calata a Gardone Riviera.

Tesi2

Prof. Marco Basile - A Toscolano Maderno ci dovevamo tenere lo sporco di Gardone (…) mentre qualcuno (Ambrosini) si fa bello qui per aver fatto un sistema perfetto e funzionante qualcun’altro si lamenta del perfetto e funzionante dei comuni limitrofi.

Risposta:

Analisi su Dati ufficiali GARDAUNO.

Legenda – RSU (Rifiuti Solidi Urbani) – RPS (Spazzamento stradale) – RSI (ingombranti)

Variazione serie storica Gardone Riviera (2009-2013)

RSU RPS RSI TOTALE Variazione tot (ton) Variazione RSU (ton)
Variazione 2010 1% 31% -80% -32% -1065,62 11,90
Variazione 2011 -1% 17% 58% 0% 2,18 -11,69
Variazione 2012 -3% 44% -21% 0% 2,69 -38,63
Variazione 2013 -55% -14% 103% -20% -454,10 -731,81
Media variazioni -15% 19% 15% -13% -379 -193

Variazione serie storica Toscolano Maderno (2009-2013)

RSU RPS RSI TOTALE Variazione tot (ton) Variazione RSU (ton)
Variazione 2010 -2% 80% -21% -5% -333,26 -90,54
Variazione 2011 10% 70% -34% 1% 63,02 342,82
Variazione 2012 -4% -21% -18% -5% -317,76 -168,86
Variazione 2013 0% 48% 10% -5% -291,07 17,33
Media variazioni 1% 44% -16% -3% -220 25

Variazione serie storica  Salò (2009-2013)

RSU RPS RSI TOTALE Variazione tot (ton) Variazione RSU (ton)
Variazione 2010 3% -21% 4% 4% 316,75 117,65
Variazione 2011 -5% 6% -7% -4% -312,22 -248,58
Variazione 2012 2% 4% -10% -6% -458,24 68,27
Variazione 2013 4% 2% -15% 3% 191,46 190,51
Media variazioni 1% -2% -7% -1% -66 32

Gardone Riviera

In sintesi, a Gardone Riviera abbiamo avuto nel periodo 2009-2013 una riduzione del rifiuto totale di -1514,84 tonnellate e nel dettaglio di indifferenziata una riduzione di -770,23 tonnellate.
In percentuale parliamo di una riduzione del -12,45% % del rifiuto totale e del-12,80% dell’indifferenziata.

Nel dettaglio il 2013 vede queste variazioni percentuali.

RSU RPS RSI TOTALE
Variazione 2013 -55% -14% 103% -20%

Salò

Nello stesso periodo (2009-2013) a Salò hanno avuto una riduzione di rifiuto totale di -262,26 tonnellate e un’aumento dell’indifferenziata di 127,85 ton - ossia in pratica una variazione in MENO del rifiuto totale del -0,7% e un’aumento dell’RSU del 0,55%.

 

Nel dettaglio il 2013 vede queste variazioni percentuali.

RSU RPS RSI TOTALE
Variazione 2013 4% 2% -15% 3%

Toscolano Maderno

Sempre 2009-2013 il comune di Toscolano Maderno ha avuto un consultivo rifiuti con  un calo totale del rifiuto di-879,05ton e un’aumento di indifferenziata di 100,75ton.
In percentuale si parla di una RIDUZIONE del rifuto totale del -2,78%  e un’aumento dell’indifferenziata del 0,54%.

 

Nel dettaglio il 2013 vede queste variazioni percentuali.

RSU RPS RSI TOTALE
Variazione 2013 0% 48% 10% -5%

Conclusioni

Le variazioni sul quinquennio indicano che la pressione del turismo del rifiuto sui comuni limitrofi è stata nulla o non rilevante.

Le variazioni sull’annualità 2013 del porta a porta sono state NULLE sul comune di Toscolano Maderno (dove si è riscontrato un CALO totale del rifiuto rispetto al 2012) e su Salò vi è stato un aumento non rilevante pari al 3% (abbastanza nel trend della serie storica del quinquennio con un range medio +-1%).

 

Inviterei quindi, i possibili candidati al consiglio comunale di Gardone Riviera che intervengono in dibattiti pubblici sul tema della gestione rifiuti a documentarsi prima di dire delle inesattezze gravi e tendenziose.

 

Tesi 2: Gardone Riviera puo’ essere gestita con un modello disomogeneo con aree gestite a calotta o piattaforme interrate.

Risposta:

Partendo dal Piano Regionale Gestione Rifiuti di Regione Lombardia.

Pag 434: “Come ricordato in precedenza, la raccolta domiciliare è già applicata con successo e da tempo nel territorio Lombardo ed allo stato attuale coinvolge 1081 Comuni (pari al 70% del totale); è pertanto ipotizzabile la sua estensione in maniera sostanzialmente omogenea in tutto il territorio regionale.

Pag: 437: ” I sistemi di raccolta stradali dei RU possono presentarsi in due varianti sostanziali, determinate dalla tipologia di cassonetti/contenitori individuati per la raccolta: l’approccio “classico” prevede la collocazione di cassonetti fuori-terra muniti di ruote con volumetrie variabili dai 660litri ai 3000litri.
Un’importante variante a tale approccio è data dal ricorso a contenitori sotterranei; anche in questo caso si ricorre a contenitori di volumetria variabile da 700 litri a oltre 5000litri …
Va sottolineato che in termini di efficienza ed efficacia delle RD entrambe le soluzioni presentano evidenti limiti, legati all’impossibilità di controllare il comportamento delle utenze al momento dell’asportazione dei rifiuti…

Importante passaggio
Anche l’installazione di dispositivi di identificazione delle utenze quali calotte o apertura mediante scheda/badge, se da un lato consentono di individuare le utenze, e di disincentivarle al conferimento di rifiuti indifferenziati, dall’altro non permettono intrinsecamente un controllo efficace della qualità (in termini di purezza merceologica) dei rifiuti conferiti al circuiti della RD, soprattutto per quanto riguarda la FORSU che è la frazione chiave per il raggiungimento di elevati obiettivi di qualità e quantità. Da alcune esperienze analizzate, infatti, Il cittadino non attento infatti potrebbe essere spinto a conferire nel contenitore della FORSU (senza calotta, e senza sportello limitante) i suoi rifiuti indifferenziati in caso di scarsa attenzione (passanti, cittadini non sensibili alla differenziazione) o di malfunzionamento della calotta. L’investimento aggiuntivo (in termini di attrezzatura) non sembra quindi a priori in grado di garantire al contempo quote di raccolta differenziata che, seppur elevate, presentino buoni standard di qualità. Si tratta comunque di una soluzione che è possibile valutare per particolari e limitate situazioni urbanistiche.”

E conclude con:
I circuiti di raccolta a domicilio presentano notevoli vantaggi per la gestione dei rifiuti raccolti in maniera differenziata, dal punto di vista sia quantitativo (intercettazione pro-capite) che qualitativo (basse percentuali di materiali estranei); questo risultato è possibile attraverso una elevata personalizzazione del servizio, in termini di volumi di raccolta e di frequenze di asportazione dei rifiuti, a seconda della tipologia di utenza servita e delle caratteristiche del territorio di riferimento. La qualità dei conferimenti è controllabile ex-post presso ciascuna utenza, durante la fase di raccolta dei rifiuti permettendo in questo modo di attivare azioni di informazione, correzione ed eventuale sanzione derivanti da conferimenti non corretti. E’ quindi evidente e riscontrato nella pratica operativa ormai consolidata da 20 anni che tali modelli di raccolta consentano di raggiungere gli obbiettivi di gestione dei RU stabiliti nelle Norme di Pianificazione Regionale.

estratto_PRGR_lombardia_2013 by Stefano Ambrosini

 

Se siete interessati Potete scaricare la versione completa del Piano Regionale di Gestione Rifiuti di Regione Lombardia a questo indirizzo: http://www.reti.regione.lombardia.it/shared/ccurl/364/298/Proposta%20PRGR.zip

Dal punto di vista realizzativo il sistema misto (con gestione disomogenea) è inattuabile perché otterrebbe la migrazione del rifiuto verso le aree di raccolta con abuso stradale solito della gestione calottizzata.

Dei comuni citati:

  1. Camogli è in atti ritornare ad un sistema cassonettizzato da un sistema misto che attualmente lo vede ad un 33,67% di Raccolta differenziata (dato osservatorio rifiuti provincia di Genova visionabile sul report comuni ricicloni -> http://www.legambienteliguria.org/uploads/8/8/3/7/8837881/comuniricicloni2013.pdf )
  2. Portofino fa persino meglio di Camogli con una raccolta differenziata pari al 18,43%
  3. Montecarlo – non è in Italia, non è in unione europea ha un PIL pro capite di 70700 confrontato al 29600 italiano. Oltre ad essere un paradiso fiscale con una capacità di spesa direi illimitata. Possono permettersi di mangiarsela l’indifferenziata…

Rimini – Area Turistica – Sistema Calotta e-gate

 

Lasciando perdere il fatto che il costo effettivo del sistema calottizzato ha costi quantificabili con il 25-30% in più.

Considerati gli elevati costi di acquisto/noleggio dei dispositivi e la somma delle diseconomie intrinseche del sistema finora citate, non si può che arrivare alla conclusione che i sistemi a calotta siano completamente antieconomici, oltre che strategicamente sbagliati. L’affermazione da parte dei produttori che le calotte hanno “costi di raccolta inferiori del 25-30% rispetto ai costi del sistema porta a porta” non tiene conto dei maggiori costi per:
• il trattamento di materiali recuperabili più contaminati da frazioni indesiderate;
• il trasporto e smaltimento dei quantitativi addizionali di scarti in essi rinvenuti;
• l’acquisto e/o la gestione dei sistemi di controllo (telecamere, sorveglianza, ecc.);
• la rimozione dei rifiuti abbandonati presso i cassonetti.
Riguardo a questo ultimo punto, si deve tener presente che a causa delle calotte accanto ai cassonetti non solo aumenta il numero di sacchetti, non gettati all’interno per la somma dei motivi precedentemente elencati, ma si rinviene anche una serie di rifiuti
“quasi-ingombranti”, che non entrano nell’imboccatura ma che non avrebbe senso portare apposta all’isola ecologica, percorrendo
svariati chilometri.

Firenze – San Iacopino – Isole Interrate

Firenze San Jacopino

 

Conclusioni

Le piazzole interrate erano già state testate con insuccesso dall’amministrazione Bazzani. Attualmente il sistema di gestione raccolta è già per aree (centri storici – frazioni periferiche) e permetterà un’esposizione minima del materiale per strada (la raccolta inizierà alle 5:30-6.

Il sistema calottizzato è un sistema fallimentare in qualsiasi area dove è stato testato per le motivazioni che ho già citato ( potete trovare tutto qua-> http://www.perunanuovagardone.com/?p=3675 )

Nel caso di residence o di aree “problematiche” si è già pensato di allestire delle aree di conferimento speciali (già attivate per il residence villa alba – 130 monolocali –  e Villa delle Rose – 80 appartamenti) chiuse a chiave con i carrellati grandi da 240lt.

 

Rimango a vostra completa disposizione per chiarimenti,

Sperando di aver fatto cosa gradita,

Stefano Ambrosini

Consigliere Delegato Innovazione Tecnologica e Ambiente

Comune di Gardone Riviera (BS)

 

Amministratore's RSS Feed
Torna all'inizio