Carissimi lettori,

siccome alcuni (pochi) gardonesi amano “sputare” nel piatto dove mangiano e invece di operare con senso civico per il bene della comunità criticano senza se se senza ma qualsiasi risultato raggiunto dall’amministrazione comunale.

Sicuramente non fanno loro il motto di JFK “Non chiederti che cosa fa lo stato per te, ma chiediti cosa fai tu per lo stato”…

Parliamo in questo caso della riconferma della Bandiera Blu della FEE per il secondo anno all’intero territorio comunale di Gardone Riviera.

Tengo a precisare che è l’unico comune della Lombardia certificato e soprattutto uno dei 3 lacustri certificati in Italia (insieme a Cannero Riviera e Cannobbio – entrambi sul lago maggiore).

La questione nasce su un Commento dell’Utente Amici di Gardone Riviera (ossia Chiara Garioni – Attilio Mazza e Giuliano Danà ) nella quà sbeffeggiando l’ottenimento della certificazione con un post che citava “UhUhUhUhUh, Ah,Ah,Ah,Ah! O, per meglio dire, LOL.“,commentavano in seguito con “Quale spiaggia di Gardone? Quella del Casinò, di fianco al porto dove sono ormeggiati solo motoscafi che, oltre a scaricare, ovviamente, in acqua, non sono neanche provvisti di catalitica? Se si tratta di quella spiaggia, allora l’acqua sarà stata analizzata in dicembre e attinta a profondità oceaniche!.. Si, siamo polemici, ma non abbiamo mai asserito il contrario.”

Tralasciando la mancanza di rispetto assoluta per l’amministrazione in primis e per il lavoro del soscritto che ha redatto un report di quasi 500 pagine (a costo zero per l’amministrazione) oltre a mantenere tutti gli standard qualitativi richiesti dalla FEE e protando innovazioni ambientali importanti per la nostra comunità…

posso rispondere passo passo a tutte le provocazioni proposte dal trio dei miracoli.

Allego innanzitutto il Report delle Spiagge (estratto dal report complessivo)

Report Spiagge Stagione Bandiera Blu 2011 – Gardone Riviera

 

In merito alle analisi delle acque…visto che si contestava “Se si tratta di quella spiaggia, allora l’acqua sarà stata analizzata in dicembre e attinta a profondità oceaniche!..”

allego le analisi di ASL nei punti di campionamento del Casinò e del Lido’84 da inizio maggio a fine settembre (allego gli ultimi 5 anni in un xls redatto da me – poi allego report complessivo con copia in digitale delle analisi dell’asl)

Sezione C – BF12 BWQ Foglio Risultati

Passiamo al ricordo del passato.

Questa era la vecchia spiaggia.

Foto storica casinò

Foto Storica Casinò 2

 

Questa la nuova

Foto Attuale spiaggia Casinò

Soprassedendo che la situazione della spiaggia del casinò (ossia la creazione della nuova spiaggia e del piccolo porto + darsena Bottura) è antecedente alla nostra amministrazione ossia a quelle Bazzani…

…e che la situazione derivata dalla ultima risistemazione della gestione Bazzani…

Propongo qualche foto a riguardo:

Situazione spiaggia casinò 2 Maggio 2009

In evidenza i lavori sulla spiaggia con la creazione di una lingua di cemento

In evidenza i lavori sulla spiaggia con la creazione di una lingua di cemento

Panoramica della spiaggia (2 Maggio 2009)

Reperti di lavorazione…una ricarica per pistola al silicone tra e rocce

Le foto proposte e il testo che vi cito sono di un mio articolo del 2 Maggio 2009 ( http://www.perunanuovagardone.com/?p=424 )

 

Sintetizzando mi sembra che il malumore sui lavori effettuati per la “sistemazione” della spiaggia siano notevoli e diffuse.

Bisogna riflettere sulla questione di un’adeguamento a livello estetico e strutturale di una spiaggia che risulta “storica” per i gardonesi e l’unica (escludendo la spiaggiadel Lidò82 a Fasano) pubblica con l’accesso a lago per i cittadini gardonesi.

Tengo a precisare che i costi presunti per la realizzazione dell’opera di adeguamento dell’area balneare dovrebbero essere i seguenti:

  • € 61.000 provenienti dalla Regione Lombardia;
  • € 40.000 provenienti dal bilacio comunale di Gardone Riviera.

Un’intervento complessivo per un’ammontare di €101.000 che lasciano a mio avviso una spiaggia esteticamente non gradevole e con possibili situazioni pericolose a contatto con la barriera di massi e cemento (soprattutto per i bambini).

Sintetizzando

Cosa si è cercato di fare in questi 2 anni e mezzo per il Casinò…è quello di migliorare la gestione della raccolta rifiuti (introducendo la raccolta differenziata in spiaggia e i gettaspegni sigarette), introdurre il wifi free (in attivazione a giorni), cercare di manutenere con regolarità la ghiaia in stagione (a giorni ci sarà un’adeguamento della battigia per eliminare il salto fra la chiaia e la barriera artificiale in cemento.

Il sistema definitivo per ovviare ai problemi del Casinò sarebbe quello di un secondo molo (contenitivo) dalla parte del Villa Capri per ottenere una spiaggia rettangolare (e non triangolare come ora) ed riducendo al minimo i danni delle lagheggiate…

Bisognerà (e me lo prendo come impegno personale per la prossima stagione) cercare di adeguare l’accesso ai disabili (questione risolta al Lido’84 anche con il posto riservato vicino alla spiaggia).

 

Prima di chiudere, sperando di essere stato abbastanza esaustivo,

ma rimanendo disponibile ad una replica e eventuale risposta,

Porgo cordiali saluti e allego il Report Completo 2012.

Stefano Ambrosini

 
Report Bandiera Blu 2012